Come Nasce un Diamante.

La formazione dei Diamanti…di Francesco Foti

 

In un arco di tempo che è stimato tra i 3 ed i 2,5 miliardi di anni, si crearono le circostanze che hanno dato vita al fenomeno della geminazione dei diamanti.

Il diamante è un minerale di carbonio puro cristallizzato nel sistema cubico. E’ l’elemento più duro che esiste in natura e per tale motivo gli è stato assegnato il 10° posto nella scala di Mohs. Anche la grafite è carbonio puro. La differenza nasce dalla temperatura e dalla pressione che si riscontrano al momento della formazione dei cristalli di geminazione.

Come Nasce un Diamante.

Come Nasce un Diamante.

Oggi sappiamo che il diamante cristallizza con pressioni che variano da 50 a 70 Kbar e temperature da 1200 a 2000° C. In realtà si tratta di una finestra al di sotto ed al di sopra della quale il carbonio cristallizza ma sotto forma di grafite.

Queste condizioni che permettono l’avvio del processo di germinazione dei diamanti si riscontrano in natura solo ad una profondità di circa 200 Km nello strato superiore del “mantello” terrestre. Solitamente a questa profondità la temperatura risulta superiore, eccetto nella parte inferiore dei vecchi CRATONI STABILI ARCHEANI dove la temperatura oscilla appunto tra i 1200 e i 2000°C.

I Cratoni sono la parte più antica e stabile della crosta continentale e rappresentano i nuclei intorno ai quali si sono formati i continenti. Sono definiti Stabili proprio in virtù del fatto che non hanno subito modificazioni apprezzabili e sono sopravvissuti alla fusione e separazione di continenti e supercontinenti per almeno 5oo milioni di anni. Essi risultano composti da una crosta di rocce ignee felsiche come il granito, sempre collegata ad una sezione del mantello superiore. Un cratone può estendersi fino ad una profondità di 250 Km.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *