My Jewels My Doggy

“I Cani sono per metà Angeli e per metà Bambini”

Così diceva il grande Totò, che per tutta la sua vita ha dedicato energia e risorse alla cura e al benessere di queste magiche creature a quattro zampe; magiche, perché su un corpo a quattro zampe e ricoperto di peli spiccano due occhi umani, in grado di fissarti con un amore incontenibile, incondizionato.

Chiunque ha o ha avuto la fortuna di condividere un pezzo del sentiero della vita con un cane lo sa: l’amore che danno resta per sempre e riempie il cuore.

E’ per questo che My Jewels ha creato My Doggy, una linea interamente dedicata ai “metà angeli metà bambini”.

 

My Jewels My Doggy

My Jewels My Doggy

 

Ormai My Jewels non necessita di presentazioni: si tratta di un brand lanciatissimo, forte dell’idea di creare gioielli personalizzabili e di un successo immenso all’importante Fiera di Vicenza Oro.

Un marchio in continua evoluzione e in grado di rendere tangibili le emozioni, modellandole nell’argento e nell’oro 9 e 18 carati.

Il leit motiv della collezione My Jewels Doggy è “La Carica dei 100 + 1”, dove quell’1 è il nostro amato cucciolo!

My Jewels, infatti, ha riprodotto fedelmente tutte le razze canine, fin nei minimi dettagli dello sguardo e della postura, ma sarà anche possibile realizzare ex novo una sagoma prendendo spunto dal nostro amato cane.

In questo modo sarà come avere un suo ritratto inciso in un metallo prezioso, da portare sempre con noi!

Ma il brand ha pensato, oltre che al padrone, anche a Fido: My Jewels ha infatti deciso di pensare anche ai nostri adorati cuccioli, regalando per ogni acquisto di un gioiello My Doggy, un’esclusiva medaglietta da collare con la sagoma dell’amico a due zampe e il suo nome inciso, da agganciare al collare.

Una specie di “scambio di fedi” per giurarsi fedeltà eterna!

Ma, del resto, quale fedeltà è più ferrea e infinita di quella di un cane?

My Jewels continua a regalare emozioni e a diventare sempre più…il brand personale dei nostri affetti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *