Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100

Casio PRW-3100, il perfetto fratello “minore”…di Giacomo Tallevi

Ebbene sì, è finito il grande caldo africano e sta cominciando l’autunno.

Finalmente un po’ di relax, si può stare seduti senza avere caldo, si può fare un’ora di jogging senza sudare eccessivamente, ma occhio all’escursione termica perchè se al giorno è ancora molto caldo, alla sera, dopo cena, le maniche corte non fanno più.

 

Casio Pro-Trek PRW-3100

Casio Pro-Trek PRW-3100

 

Tra l’altro gli amanti del “freddo” cominciano a pensare solo ora a una potenziale vacanza in montagna, giusto per dire che dopo il mare è bello sfoggiare la propria abbronzatura anche in alta quota o in mezzo ai boschi in questi ultimi giorni di fine estate…

Attenzione però, è un attimo perdersi se non si sa dove si trova il Nord!

Eh si, ci vorrebbe proprio qualcuno che fornisse un piccolo aiuto per non perdersi tra i boschi e non prendere freddo dopo cena.

Chi chiamerai? Ghostbusters? No, chiama Orologi Casio.

Già, proprio così: il nuovissimo Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100 è il perfetto compagno di viaggio nonchè fratello minore del PRW-3500.

L’Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100 è l’evoluzione del PRW-3000-1ER racchiude in soli 68g tutta la tecnologia che ogni possiede ogni vero PRO TREK, ovvero: carica solare, radiosincronizzazione, altimetro barometro/termometro e bussola digitale.

 

Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100

Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100

 

In altre parole, il sistema Tough Solar garantisce una carica infinita della batteria col vantaggio della resistenza all’acqua (10 bar, ovvero 100 metri) “a vita”, in quanto non ci sarà mai la necessità di sostituire la batteria e quindi nessuna necessità di ripetere il test di impermeabilità; l’ora e la data in quasi tutte le zone del mondo ogni notte si sincronizzano automaticamente con gli orologi atomici, garantendo una precisione altissima dell’esattezza dell’orario tendente al milionesimo di secondo; i classici sensori outdoor di terza generazione aiutano “il padrone” a svolgere diverse funzioni molto importanti.

Nella funzione barometro/termometro viene visualizzata la pressione atmosferica, oltre al grafico della tendenza di quest’ultima e gli stessi valori vengono convertiti in metri dall’Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100 ed è possibile sapere a che quota ci si trova (funzione altimetro); inoltre viene visualizzata la temperatura ambientale.

La bussola indica sempre la direzione del Nord magnetico ma, purtroppo, rispetto al fratello maggiore PRW-3500, in questo nuovo modello “perdiamo” la ghiera girevole, ma assolutamente nulla di grave, del resto nemmeno il PRW-3000 ne è dotato.

Immancabili le funzioni “classiche” di ogni orologio elettronico da polso che si rispetti: cronometro, conto alla rovescia, 5 sveglie giornaliere indipendenti di cui una dotata di funzione snooze, world time in 40 città nel mondo, visualizzazione dell’ora dell’alba e del tramonto.

Come sempre Casio ha previsto altre 2 varianti, la classica in titanio PRW 3100T-7ER e un’altra con schermo “in negativo” e alcune stampe in colorazione blu denominata PRW 3100Y-1ER.

Bella lotta con il PRW-3500, ma il Casio PRW-3100 vince sicuramente in fatto di portabilità in quanto le dimensioni e soprattutto lo spessore è inferiore rispetto al fratello maggiore.

Bisogna attendere il prezzo di vendita che si presume inferiore a quello del fratello maggiore ma, parere personalissimo, non colgo sostanziali differenze dal precedente modello, il PRW-3000.

Dimensioni identiche, funzionalità uguali: l’unico “upgrade” estetico è rappresentato dalla stampa dei gradi sessagesimali attorno alla cassa, che il PRW-3000 non ha, mentre il PRW-3500 ha sia quelli che ben 16 punti cardinali, oltre alla ghiera rotante che però va ad aumentare, seppur di poco, lo spessore.

L’Orologio Casio Pro-Trek PRW-3100 sembra essere un piccolo restyling del modello precedente in attesa che il PRW-3000 non venga più prodotto.

Il Casio PRW-3100, è quindi il nuovo, perfetto compagno di viaggio per tutto l’anno, in particolare per la stagione autunno/inverno che non teme boschi ne escursioni ad alta quota e in compenso si adatta benissimo anche alla “urban life” mantenendo un design sobrio, tendente al “rugged” (ma lontanissimo come concezione dai G-Shock) ma elegante.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *