Orologio con Altimetro Laurens SKIPRO Nero e Giallo.

E’ la vigilia di Natale quando Babbo Natale si presenta sotto le vesti di UPS: Patricio, nostro fidato driver di zona, ci consegna il regalo promessoci da Marco Limbiati, dell’omonima gioielleria ed orologeria.

Mettiamo il pacchetto sotto l’albero e come tradizione attendiamo l’arrivo del giorno seguente per scartare la sorpresa: un nuovissimo Orologio con Altimetro Laurens SKIPRO nella veste più sportiva, nera con dettagli giallo fluo (l’altra versione più sobria ma a nostro avviso particolare è invece disponibile con un look total black).

Orologio con Altimetro Laurens SKIPRO Nero e Giallo.

Orologio con Altimetro Laurens SKIPRO Nero e Giallo.

Il tempo di festeggiare il Natale e il nostro nuovo compagno di avventure si trasferisce con noi alle pendici del Monte Bianco, pronto ad accompagnarci per i primi test.

A prima vista, si notato immediatamente i materiali di ottima qualità: plastica dura e acciaio per la cassa si legano con un cinturino in gomma di ottima fattura (con fibbia in acciaio) che si adatta perfettamente al polso.

Nonostante le generose dimensioni di cassa e quadrante (non potrebbe essere altrimenti, dati gli usi estremi per i quali è stato concepito), una volta indossato quasi ci si dimentica di averlo al polso, sia per la leggerezza quanto per l’estrema ergonomicità: le anse in gomma semi-rigida  risultano essere un’ottima soluzione per connettere il morbida gomma del cinturino alla dura (e resistente!) plastica della cassa, mentre sul fondello la piccola protuberanza dell’uscita dei toni sonori una volta al polso risulta totalmente impercettibile.

Fin qui le prime impressione estetiche e di qualità costruttiva, ma sarà domani che lo metteremo alla prova davvero!

 

 

Ci svegliamo di buon mattino (con il cicalio della sveglia incorporata nel nostro LAURENS SKiPRO!) e – schiacciando il tasto centrale posto sulla sinistra della cassa – l’illuminazione del quadrante (altra importante caratteristica non solo alla mattina a letto ma anche in caso di scarsa visibilità atmosferica in quota) ci ricordiamo di essere a 1.441 slm: un’ottima partenza per aggredire le piste del comprensorio dell’Espace San Bernardo, tra l’italiana La Thuile e la francese La Rosière !

Il barometro segna dati che ci ripromettiamo di studiare presto, ma l’indicatore grafico non lascia dubbi:  SOLE! 

Non perdiamo altro tempo e dopo un caffé in casa e l’immancabile colazione da “Chocolat”, incominciamo a dare un senso allo “stagionale” che abbiamo orgogliosamente in tasca.

I secondi scorrono rapidi e sono identificabili da una indicazione (ovviamente digitale) che ruota al limite esterno del quadrante: lo scorrere del tempo ci farebbe venir voglia di inserire una turbina alla cabinovia che con passo certo ma per noi un po’ lento ci porterà fino a Les Suches, che grazie al nostro Orologio con Altimetro Laurens SKIPRO scopriamo essere a 2.176 mt. slm.

In virtù delle ultime abbondanti nevicate, oggi abbiamo scelto come compagni di avventuri i nostri snowboard, preferendoli a i più classici sci.

Data l’ovvia assenza di bastoncini da sci, i guanti per questa attività hanno spesso delle protezioni rigide interne (solitamente in Biomex) a salvaguardare i polsi da possibili storte o, peggio, fratture, in caso di caduto o anche solo di carvate particolarmente decise su i pendii maggiori, dove non  è infrequente accompagnare a curva con le braccia a sfiorare il suolo. 

Questi particolari guanti, inoltre, sono solitamente assai più lunghi di quelli da sci, per evitare che la neve si infili fastidiosamente tra giacca e polsi e quindi risultano spesso scomodi orologi troppo rigidi – in particolare i modelli con bracciale in acciaio, ancor di più se ricavato dal pieno.

Allo stesso tempo, modelli troppo piccoli darebbero difficoltà di lettura o troppo sottili sarebbero fragili tanto agli urti quanto agli agenti atmosferici (non è difficile trovare temperature oltre i -20° da queste parti, anche se oggi siamo baciati da un clemente -5°, chiaramente sempre indicato dal nostro nuovo orologio LAURENS SKiPRO). 

Decidiamo di lasciare il calore della cabinovia e di avventurarci fino a Chaz Dura, a 2.560 mt. slm., attraverso la più lunga seggiovia del comprensorio.

D’obbligo a questo punto calzare i guanti, “pro” come il nostro segnatempo e sperare che polso-orologio-protezioni non presentino punti di contrasto, che ci obbligherebbero a riporre il nostro SKiPRO in una tasca della giacca: con felicità, scopriamo essere perfetto ed adattarsi senza problemi di sorta agli strumenti necessari per affrontare il fuoripista più famosa del comprensorio, la mitica “Direttissima”, che la bussola digitale segna a nord-est.

Con il nostro nuovo compagno di avventure, segneremo pendenze massime, velocità di discesa ed – ovviamente – dislivelli affrontati nel corso di questa stagione.

Scappiamo, la poudreuse ci attende!

Emanuele Bertodo
(…alle prossime avventure…)

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *