Orologio Laurens con Altimetro Weather Master.

Laurens con Altimetro Weather Master:  King of outdoor’s watches!…di Giacomo Tallevi

 

Non si tratta di un Orologio Casio, ne di un Orologio Tissot, ne di un Orologio Suunto, ne di un Orologio Timex.

Qui si parla di un Orologio Laurens, in particolare del modello Weather Master.

Il nome del modello scelto dalla Casa non poteva essere più appropriato: chi deciderà di acquistarlo si ritroverà ad indossare un orologio da polso che è un autentico gioiellino indossabile in quanto racchiude in se un quantitativo enorme di tecnologia con sensori hardware di prim’ordine (considerata la fascia di prezzo) e di ottimizzazioni software assolutamente fantastiche.

Ebbene si, bisogna dirlo subito. Nessuna cifra “da infarto”, nessun numero a 3 cifre, solo 74€!

Il rapporto qualità prezzo è assolutamente imbattibile, nessun’altra marca offre un orologio con così tante funzioni!

L’ Orologio Laurens con Altimetro Weather Master è un “ABC” a tutti gli effetti, ovvero possiede le funzionalità di Bussola, Barometro/Termometro e Altimetro.

Ho fatto alcune prove su campo e, paragonato al recente PRW-3000 di Casio (primo Pro Trek ad avere la terza generazione di sensori), il Laurens Weather Master è stato in grado di tenergli testa tranquillamente senza la minima fatica.

Altimetro: range da -706m a +9164. Rispetto al PRW-3000 manca il conteggio dei metri totali percorsi in salita e in discesa, ma in compenso abbiamo la registrazione delle ultime 23 ore del grafico d’altitudine. Unità di misura di un metro, identica a quella del Casio PRW-3000, verrebbe quasi da pensare che utilizzi gli stessi sensori. Quello che stupisce è che le modalità di taratura sono addirittura maggiori rispetto al Casio; infatti, sono possibili ben 3 tipi di regolazioni:

  • Altitudine zero, alias altitudine relativa, ovvero la differenza tra un punto d’origine impostato a piacere e un altro.

 

  • Altitudine assoluta, basato sulla pressione atmosferica vera e propria: se per esempio quest’ultima cambia per un peggioramento del tempo, l’altitudine  in quello stesso posto cambierà erroneamente.

 

  • Regolazione della pressione al livello del mare; quest’ultima opzione è una grandissima assente in qualsiasi modello Casio Pro Trek, ma sorprendentemente presente in questo Laurens e permette di avere una lettura altimetrica più accurata perché il calcolo dell’altitudine si basa sulla pressione atmosferica standard di quel posto. Tuttavia, resta sempre il fattore temperatura che non viene compensata dall’orologio e quindi, se ci sono sbalzi importanti, le letture del sensore tenderanno a “sgarrare” un po’, ma niente di trascendentale.

 

Quest’ultima modalità, tuttavia, mi ha permesso, in una giornata di meteo stabile, di partire da casa mia che si trova a 11 metri s.l.m., fare un bel giro fino a quota 443 metri e tra un’infinità di sali-scendi sono tornato al punto di partenza e ho potuto leggere +21 metri  s.l.m, ovvero un errore di circa 10 metri in eccesso.

Da considerare che l’orologio non è mai stato tolto dal braccio e il giro è durato all’incirca 2 ore. Non male, un errore pressoché nullo, considerando che non si tratta assolutamente di un sensore professionale, ma soprattutto vedendo che i valori sono identici al più blasonato Casio PRW 3000 che appartiene a una fascia di prezzo ben superiore e che non ha la modalità di taratura a livello del mare!

 

Il Confronto

Il Confronto

 

il Confronte a Montegaudio

il Confronte a Montegaudio

 

Passiamo ora al Barometro. Anche quest’ultimo fornisce letture molto precise e praticamente identiche a quelle misurati dai più importati siti meteorologici su Internet, sia che l’orologio viene indossato sia che rimane appoggiato sopra a un tavolino.

Perfettamente in linea con il PRW-3000 che, per assurdo, di fabbrica non fornisce valori perfetti ma necessita di una piccola regolazione.

Il Laurens Weather Master, invece, di fabbrica è tarato perfettamente e non necessita di nessuna regolazione supplementare.

Il range è simile a quello dei Casio, con una capacità che va dai 300 hPa a 110hPa ma con una maggiore precisione rispetto al Pro Trek, misurando (e visualizzando) anche una cifra dopo la virgola.

Inoltre, come sul Casio è possibile vedere sia il grafico di tendenza della pressione atmosferica delle ultime 24 ore, sia la temperatura. In aggiunta al grafico, Laurens ha implementato una simpatica grafica che si potrebbe definire una sorta di “fast weather” visibile oltre che in modalità barometro anche nella “home” dell’orologio; si tratta di 4 piccoli simboli che indicano se c’è il sole, se è parzialmente nuvoloso, se è coperto oppure se piove.

In questi giorni di tempo variabile sostanzialmente il software ha azzeccato il simbolo ma ovviamente non è sempre detto che sia così, visto che il calcolo viene fatto in base alla pressione atmosferica.

Sul termometro c’è poco da dire, preciso quanto quello del Casio anche se rispetto ai 20 minuti canonici, il Laurens tende alla mezz’ora per avere una lettura accurata. In questo caso, il range non va fino agli sperati -20° ma si ferma a -10°, raggiungendo però i +60°; praticamente lo stesso identico range di qualsiasi  Casio.

Grandi novità dal punto di vista della bussola che, non solo è precisa tanto quanto quella di qualsiasi Pro Trek, ma addirittura ha funzioni che un Pro Trek si sogna da troppi anni.

Per esempio l’indicatore di orientamento a ritroso, utile per capire che percorso si è seguito all’andata e rifarlo al ritorno e il “freeze” momentaneo della direzione, dei gradi di declinazione e dell’ora.

Come per ogni Pro Trek anche questo Laurens indica per 60 secondi la direzione del Nord magnetico in maniera dinamica e continua e al termine del minuto basta premere un qualsiasi tasto per farla ripartire.

A completare il quadro c’è un utilissimo cronometro anch’esso migliore di quello inserito in tutti i Casio Pro Trek; in primis è preciso al 1/100 di secondo e in secondo luogo, oltre ad avere un ampio range di misurazione di 99 ore è in grado di memorizzare ben 100 tempi di giro!

Presente anche il conto alla rovescia, regolabile al secondo in un range di 99 ore, 99 minuti e 99 secondi con alcuni (semi-inutili a dir la verità) valori reimpostati. Presente la funzione di un doppio fuso orario, un contapassi che però non impressiona per precisione e non è così facile da settare, 2 allarmi sonori indipendenti.

Nota veramente positiva è il volume delle suonerie di questo Laurens che sono udibili persino da sopra uno scooter a velocità di circa 80-90km/h, davvero incredibile!

Un plauso anche per la durata della suoneria di 30 secondi che senza dubbio è perfettamente udibile anche in ambienti rumorosi grazie al mini ma potentissimo altoparlante che si trova sul fondello dell’orologio.

Da questo punto di vista qualsiasi orologio Casio è letteralmente asfaltato! Di contro ho dovuto disabilitare il segnale orario perché se ci si trova in ambienti silenziosi o con molto eco il suono fa quasi sussultare!

 

E ora, è tempo di parlare delle note dolenti:

 

  • Il prezzo è sicuramente super aggressivo, con un rapporto qualità/prezzo/prestazioni imbattibile, ma per raggiungere la perfezione sarebbe bello fare un modello identico che però integri dei pannelli per la ricarica solare. Visti i “prezzi bomba” degli orologi smile solar, il prezzo finale di un Laurens del genere aumenterebbe soltanto di qualche decina di euro. E’ vero, è presente una modalità di risparmio energetico manuale che spegne il display ma viste le innumerevoli e fantastiche qualità dei sensori il pensiero che proprio nella classica situazione d’emergenza si rimanga con la batteria scarica è davvero un peccato.

 

  • La necessità di cambiare batteria, ovviamente, influisce anche sulla poca impermeabilità all’acqua che è di soli 50 metri. Intendiamoci, più che sufficiente per chi ama più la montagna e meno il mare, ma ad ogni cambio pila bisognerebbe rifare il test di impermeabilità o si rischia che questo stupendo gioiellino faccia una brutta fine, anche con un banale tuffo in piscina…

 

  • Essendo ormai abituato da anni e anni alla funzione di ricezione del segnale orario (funzione tipica dei Casio Pro Trek di ultima generazione) che consente di avere sempre l’ora perfetta, sul Weather Master questa mancanza un po’ si sente. Sono però conscio che questo andrebbe ad aumentare il prezzo non più soltanto di qualche decina di euro… Sarebbe bello se Laurens per modelli simili a questo facesse 2 versioni, una “mini” e una “top”.

 

  • Il display è perfettamente visibile in ogni situazione, anche sotto la luce diretta del sole di Luglio. Tuttavia, è possibile regolare il livello di contrasto del display in una scala di 10 valori diversi, ma il miglior valore in qualsiasi situazione è il 6 (che è anche quello di fabbrica) rendendo inutili tutti gli altri. Inoltre la retroilluminazione azzurra  è assolutamente troppo debole. Nel buio completo il display è visibile, ma per chi come me non ha una vista perfetta bisogna avvicinare troppo l’orologio al viso. Casio da questo di vista è molto migliore con una illuminazione molto più potente.

 

A SX il Laurens a DX il Casio

A SX il Laurens a DX il Casio

 

A sinistra il Laurens, a destra il Casio. – L’usabilità è da migliorare. Capita fin troppo spesso di premere erroneamente il tasto “sensor” in alto a sinistra e se questo risulta abbastanza comodo nella modalità di visualizzazione dell’ora, non lo è affatto in tutte le altre modalità: infatti quel tasto resta attivo in tutte le funzionalità extra dell’orologio e se, per esempio, ci si trova nel cronometro e non ci si ricorda come fare per memorizzare un tempo di giro o per vedere quelli registrati, se si schiaccia il tasto sensor ecco che riparte la sequenza “abc” e questo è un po’ troppo frustrante!

Infine, visto che l’orologio è alimentata da una batteria normale, dover per forza attivare tutte le modalità outdoor in sequenza quando magari si vuole vedere soltanto il barometro non è una scelta troppo sensata.

A parte queste poche pecche, il prezzo bomba di questo Laurens Weather Master giustifica alla grandissima tutte quante le sue funzionalità, le scelte software, hardware e dei materiali.

Il Laurens Master Weather resta un acquisto consigliatissimo a tutti gli appassionati di escursioni in montagna o semplicemente a tutti coloro che vogliono un orologio dal design azzeccato, non eccessivamente “rugged”, adatto a quasi tutte le situazioni, dalla vita di tutti i giorni in città a quella all’aria aperta.

Considerato la crisi economica, il mercato che stenta a riprendersi, il Weather Master è senza ombra di dubbio il Re degli orologi ABC perché offre tantissime funzioni, sensori precisi quanto quelli montati in orologi di fascia alta a un prezzo praticamente stracciato!

2 commenti
  1. Alberto
    Alberto dice:

    Vorrei sapere se il weather master è dotato o no della funzione del ritorno automatico dalla modalità barometro a quella normale di orologio dopo un po’ di tempo di utilizzo nella modalità barometro(forse per il risparmio energetico). Questo perché a me piace lasciare la modalità barometro a tempo indeterminato.
    Grazie

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *