Orologio Seiko Solar Pilot Alarm Chronograph SSC075P1.

Meglio tardi che mai…di Andrea Job

Meglio tardi che mai” potrebbe venire da esclamare osservando la collezione Seiko Solar, e probabilmente nessuno avrebbe da obiettare a riguardo.

In effetti alla Seiko sembrano quasi aver trascurato fino ad ora la tecnologia a celle solari, che rende di fatto gli orologi indipendenti da qualsiasi tipologia di intervento di manutenzione, e solo in tempi recenti sembrano finalmente aver abbracciato questa nuova filosofia produttiva di stampo ecologico.

Seiko Solar Pilot Alarm Chronograph

Seiko Solar Pilot Alarm Chronograph

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciò è vero ma solo fino a un certo punto, perché in effetti i primi esperimenti a riguardo iniziarono già circa 35 anni fa, ma è altrettanto vero che solo in tempi recenti si è potuto assistere a un vero rilancio, quasi a una seconda rinascita, di questa tecnologia, peraltro già adoperata abbondantemente da altri marchi, forse perché la Seiko è una delle poche case al Mondo che può vantare una produzione veramente diversificata (movimenti al quarzo, meccanici automatici, Spring Drive, Kinetic e Solar) e costantemente al passo con i tempi e il suo impegno nello sviluppo è stato sempre rivolto in più direzioni.

L’ Orologio Seiko Pilot SSC075P1 è un bellissimo orologio il cui layout ha una chiara ispirazione aeronautica.

Partiamo subito dall’unico difetto che siamo stati in grado di riscontrare: il quadrante, la cui grafica molto gradevole ricorda la strumentazione meccanica degli aeromobili, da una parte è perfettamente leggibile quando si vogliano conoscere velocemente ore e minuti ma dall’altra richiede una certa difficoltà di interpretazione quando si voglia andare ‘oltre’ a trovare i minuti crono, i secondi continui e il secondo fuso orario (insieme alla sveglia sulle 12 ore) in quanto i quadrantini aggiuntivi si confondono facilmente con i grossi numeri arabi al 6, al 9 e al 12 e le piccole lancette corrispondenti vi si perdono dentro.

Ma come dicevamo questo è l’unica pecca che siamo riusciti a trovare; per il resto è veramente ineccepibile e la sua qualità di costruzione è davvero ottima: dalla cassa totalmente in acciaio impermeabile fino a 100 m al fondello a vite, dal vetro minerale bombato al bracciale in acciaio con chiusura di sicurezza a due pulsanti niente è lasciato al caso e ogni singolo particolare è curato fino al minimo dettaglio.

La lunetta zigrinata è fissa e al suo interno il rehaut girevole bidirezionale, azionato da una corona aggiuntiva alle 10, reca una scala sessagesimale suddivisa in 360 gradi.

Voto: 9

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *