POOLMATE l’Orologio Contabracciate e Contavasche.

Sono un appassionato nuotatore e da qualche giorno ho al polso il nuovo Orologio Contavasche POOLMATE, per intenderci il più economico, che è presente sul mercato anche in una versione più costosa denominate POOLMATE PRO.

Pressochè identico per funzioni, grafica e dimensione, ma configurabile con il computer, l’unica differenza estetica stà nel colore bianco della versione PRO e azzurro della versione in mio possesso.

Poolmate L'Orologio Contabracciate

Poolmate L'Orologio Contabracciate

Prima dell’acquisto ho cercato qualche opinione maturata direttamente in piscina ma ho trovato ben poco, quindi se può essere di aiuto a aspiranti acquirenti di questo prodotto, porto la mia esperienza.


Va detto subito che entrambe le versioni POOLMATE solo esclusivamente dei contavasche e non dei GPS quindi non può misurare distanze nuotate ad esempio in mare senza riferimenti metrici.

Lo si può impostare su distanze note, quindi ideale in piscina dove normalmente troviamo la classica vasca da 25 o più raramente da 50 metri, nulla vieta però che se si conosce la distanza esatta tra due punti in mare, si possa impostare il POOLMATE su quei metri e nuotarci avanti e indietro, vi darà presumibilmente le stesse indicazione rilevate in piscina (può essere impostato fino ad un massimo di 255 metri).

Al polso è pratico, relativamente piccolo quindi mai ingombrante, facile nelle prime impostazioni (lunghezza vasca, ora, sveglia, peso e braccio d’utilizzo), qualche tempo in più ci vuole per prendere confidenza con le numerose informazioni (tempo nuotato, vasche fatte, metri nuotati, calorie consumate, bracciate a vasca e relativi migliori parziali) che registra durante l’allenamento, “nel peggiore dei casi” tutto risulta già semplice e comprensibile dopo due /tre giorni di utilizzo.

Poolmate-Pro l'Orologio Contavasche

Poolmate-Pro l'Orologio Contavasche

Facile nell’utilizzo, il POOLMATE esprime a mio avviso il meglio, primo, sicuramente sulle lunghe distanze dov’è veramente impegnativo mentalmente tenere il conto. LUI lo fa per voi senza mai perdere il conto sia che “virate” o che “girate” e secondo, sulle così dette “ripetute” fatte su stesse distanze (esempio 10 volte 100 metri ecc…).

Ho specificato stesse distanze perché non “capisce” le “scalette” o “piramidi” (esempio, 1000 metri fatti in sessioni di 4×50 m, 2x100m, 1×200, 2x100m, 4×50), in questi casi registrerà sempre correttamente i totali e la migliore performance. Basterà però dividere il vostro allenamento in diversi LOG (cioè archivi memorizzati) per avere poi un quadro completo del vostro allenamento.

Un difetto però ce l’ha, il numero delle bracciate, che vengono ovviamente rilevate solo sul braccio che lo indossa, risultano essere mediamente 3 in più per ogni vasca. Questo difetto l’ho riscontrato si “virando” che “girando”.

Per concludere, la Casa costruttrice dichiara che il POOLMATE riconosce automaticamente tutti e 4 gli stili, la mia esperienza è maturata esclusivamente sullo stile libero (crawl).

Nel complesso a mio parere è uno strumento utile, divertente ed abbastanza economico, per i più “malati” consiglio la versione PRO che permette di archiviare ogni allenamento e tenere sotto controllo i miglioramenti fatti.

Marco

2 commenti
  1. UpSport
    UpSport dice:

    Concordo con il fatto che il Poolmate sia un ottimo contavasche, anche se è difficile tenere sempre sott’occhio tutte quelle informazioni. Però ho avuto delle difficoltà in piscina per gli altri stili diversi dallo stile libero, infatti alcune volte non conta le bracciate con precisione. Non so se sono io a sbagliare qualcosa o se è questo contavasche a dare qualche problemino.
    Inoltre ho esperienza con i modelli di Garmin, un livello davvero alto, poi non sbagliano neanche di un metro.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *