Regali di Natale 2009.Ecco la ns.Top List.

Poco più di 48 ore ci separano dal momento in cui giungerà la tradizione che ci vuole tutti attorno all’Albero di Natale per scartare i doni.

Tempo sufficiente per premiare i ritardatari che devono ancora muoversi (alcuni bloccati nei giorni scorsi dalle abbondanti nevicate) per completare gli ultimi regali, sufficiente invece per noi per stilare un classifica del dono più richiesto di questa Natale 2009.

Sul gradino più alto del podio facciamo spazio alla Collana Bloom (quella della pubblicità con le Pailettes Lucide) ora introvabile se non nelle sue varianti e declinazioni.

Numeri di conforto per Breil Stones che, dopo un anno davvero buio (in pariticolar modo il 2008), si ritrova attorno ad una idea vincente: una collana inconfondibile dalle due anime e volti.

L’antagonista designato, il Pendente Twist di Morellato, non ha minimamente scalfito il successo di Breil Bloom anche se il marchio si conferma uno tra i prediletti : in questo caso la scelta non è solo su un singolo prodotto ma estesa all’ampia collezione.

Le sorprese di questo Natale hanno anche il tatto dei morbidi pelusce dei cinturini delle Collezioni Trudi Time : on-line da poco e spinti da una leggera pubblicità si sono rivelati graditissimi per i più piccoli scatenando una difficile ricerca al Concessionario premiata da chi si è affidato, per questa, al Web.

Un marchio emergente nel Mondo della Moda, Liu-Jo, si è mostrato vincente anche nella scelta dei regali : gradite le proposte in argento Made in Italy degli omonimi preziosi, da febbre invece la rincorsa al semplice ma rinoscibile segnatempo (quello indossato da Barbara D’Urso).

Impossibile trovarlo in Bianco o in Nero, la declinazione Prugna è stata la prediletta!

Natale è stato terreno fertile anche per marchi e modelli che la Clientela ha mostrato di gradire e scegliere durante il corso di quest’anno senza aspettare Natale.
Parliamo di Citizen e delle collezioni degli Eco-Drive o RadioControllati per i palati esigenti, dei Casio per gli amanti dei digitali, dell’effetto Prisma di Chronotech o di Suunto (il Core All Black su tutti) riferimento preciso per chi era alla ricerca di un affidabile Oudoor.

Ha invece le dimensioni Oversize la collezione preferità di Sector, tornata per l’occasione sugli schermi con una importante comuicazione  televisiva, con la volontà di riprendersi il ruolo di orologio sportivo da uomo.

Nel’attesa che si scoprano le altre carte vincenti del brand No Limits (Centurion, M-One e 175) sono gia annunciate nuove sorprese.

Il Natale però può vestire anche i panni di marchi capaci (a malincuore) di produrre risultati inferiori alle aspettative.
E’ il caso di D&G Time non in grado di proporre un modello pronto a scatenare la caccia dei consumatori.

Comunque sia….BUON NATALE a TUTTI !

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *